La Civiltá Maya

Lo studio delle antiche civiltá, in questo caso della civiltá Maya, aiuta l’uomo moderno a comprendere il presente in cui vive e si potrebbe rivelare uno strumento prezioso per l’interpretazione di un futuro ormai prossimo.
Mappa della civilizzazione Maya

La civiltá Maya si sviluppó in una delle piú brillanti e potenti culture del Mesoamerica.
La sua civilizzazione si prorogó per un periodo di oltre tremila anni, in cui i Maya svilupparono il piú completo sistema di scrittura di tutti i popoli nativi americani e la loro cultura perduró da prima della conquista spagnola, durante e dopo, fino all’attualitá.

Esistono attualmente, in Guatemala e parti del Messico, milioni di persone che appartengono ancora oggi alla cultura e alla razza Maya.

La maggior parte di loro hanno mantenuto molti degli aspetti della vita quotidiana di questa antica cultura, alcuni hanno mantenuto la lingua ed altri ancora la totalitá degli aspetti culturali dei loro avi.

Profondi conoscitori dell’astronomia, giá molto tempo prima che succedesse, i Maya sapevano dell’arrivo dei conquistatori spagnoli, avvenimento che si riflette nelle loro profezie come l’inizio di un’era di oscuritá che durerá circa 500 anni.
Per questo motivo, vari decenni prima della conquista cominciarono a prepararsi per preservare la loro sorprendente cultura.

Gli anziani saggi, depositari della conoscenza piú profonda si trasferirono con piccole comunitá in luoghi nascosti nel profondo della foresta e delle montagne portando con sé la profonda e ampia conoscenza della loro cultura per conservarla nella tradizione di quelle comunitá remote.

Di conseguenza, negli insediamenti Maya, rimase solo il numero minimo di anziani necessario per esercitare il governo e la guida spirituale della comunitá. Quando i conquistatori spagnoli arrivarono alle popolazioni, assassinarono le loro autoritá e con loro anche la conoscenza piú profonda della loro cultura, che rimase al di fuori della portata delle comunitá conquistate.
Universo Maya

Il monitoraggio dei cicli del tempo, con le loro conseguenze sul piano dell’esistenza é una caratteristica essenziale della civiltá Maya.

Quando le autoritá del popolo furono uccise, la gestione del calendario passó nelle mani della gente comune che cominció ad omettere aspetti indispensabili per l’esattezza delle loro previsioni.

L’importante calendario inizió quindi a distorsionarsi durante questo periodo, che ebbe inizio nei vari villaggi in periodi differenti, in funzione dei progressi della conquista.
Quest’avvenimento confuse incredibilmente investigatori, archeologi e antropologi che cercavano di dare un’interpretazione coerente dei calendari.

Secondo i calendari e le profezie Maya , conservati nel profondo della giungla, dal 1987, avvicinandosi la fine dell’era dell’oscuritá , arrivó il momento di cominciare a portare alla luce la conoscenza della civiltá Maya e della sua cultura per condividerla con il resto dell’umanitá. Da allora é iniziata un’epoca di profondi cambiamenti dovuti al completamento di alcuni grandi cicli di tempo, corrispondenti ai diversi calendari Maya. Quest’epoca raggiungerá il proprio punto focale il 21 dicembre 2012, momento in cui un ciclo di 5125 anni solari terminerá.

Questo é uno dei motivi per cui abbiamo sempre piú accesso alla vera conoscenza, così ben conservata della civiltá Maya.

Stiamo vivendo il tempo del “non tempo”.

Codici Maya
Codici Maya

Durante la conquista spagnola furono bruciati migliaia di codici Maya, si trattava di uomini medievali, per la maggior parte ignoranti, e pochi sacerdoti cristiani, che vedevano il demonio in ogni interpretazione cosmologica diversa dalla loro. In un’occasione, in un solo pomeriggio, furono bruciati circa 3.000 codici.

I pochi codici Maya che sono stati ritrovati testimoniano la grande profonditá e l’ampiezza delle loro conoscenze: in astronomia, per citare una cifra, calcolarono l’anno solare con grande precisione: Durante l’anno 2500 aC, lo calcolarono in 365,24249 giorni. Nell ‘anno 1000 dC fu stimato in 365.2421954 giorni. Attualmente, la NASA lo stima in 365.242128 giorni.

La NASA utilizza un orologio atomico mentre i Maya avevano a disposizione solo i loro codici.

Tutto questo sta ad indicare non solo le loro conoscenze astronomiche, ma anche i loro profondi progressi nel campo della matematica. Grazie ai ritrovamenti archeologici, oggi sappiamo che la civiltá Maya possedeva una profonda conoscenza dell’astronomia, della matematica, della medicina, dell’agricoltura, dell’ingegneria forestale e della tecnologia per la gestione energetica, sbalorditive per i loro tempi.

Calendario Maya
Calendario Maya

La tecnologia di gestione dell’energia dei Maya, si riferisce alla conoscenza e alla gestione di energie cosmiche, della terra e dell’energia personale. La conoscenza e l’uso dell’energia personale ha una grande importanza pratica nell’applicazione immediata, poiché é la chiave che permette all essere umano di evolversi e di avere una vita piena.

Uno dei principali strumenti per la conoscenza delle energie personali, diversa per ogni individuo, é costituito dalla carta cosmologica natale Maya, i cui benefici sono oggi a nostra disposizione.



[like]


Linea di separazione

Vedi anche:

Torna all'inizio della pagina


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *